Ricordi, foto e social media.

“La fotografia può fissare l’eternità in un attimo.” Henri Cartier-Bresson descrive così la sua più grande passione.

Non sono una persona particolarmente malinconica, ma quando mi ritrovo a pensare a un momento importante del passato capita che mi lasci travolgere dalle emozioni. Naturalmente tutto dipende anche dal ricordo: un ricordo allegro si trasforma in emozioni diverse da uno dolce o triste. Le fotografie poi riescono sempre a dare un sapore in più ai ricordi, mi basta tenerle tra le mani per ritrovarmi proprio in quel momento immortalato.

Fotografare non è mai stato così semplice, basta qualche secondo per riempire la galleria dello smartphone. A me piace utilizzare i social, però alcune volte ricordo quei momenti in cui non avevamo Instagram per fissare il momento nel tempo, ma dovevamo imprimere tutti i particolari nella nostra mente per non perderli. Sarò sincera trovare una vecchia foto dei miei genitori, di quando ero piccola o dei nonni mi riempie di un’emozione diversa dallo scorrere la bacheca di Facebook.

Quando le macchine fotografiche avevano il rullino gli scatti a disposizione erano limitati, non potevi controllare che tutti avessero gli occhi aperti, il momento immortalato era unico, autentico e per questo sembrava più prezioso. Quello che mostriamo oggi sui social non è più così spontaneo. Quanti di voi hanno postato una foto dopo il primo tentativo?

La prima qualità dei social non è la spontaneità, però ci danno la possibilità di condividere facilmente la nostra vita e i nostri interessi con gli altri, ci mettono in contatto con persone provenienti da qualsiasi parte del mondo e ci permettono di scoprire sempre qualcosa di nuovo. Per questo io li utilizzo volentieri e trovo che siano uno strumento molto utile.

Mi è venuta però voglia di stampare qualcuna delle foto gelosamente custodite dal computer e dallo smartphone. Mi piace l’idea di poterle sfogliare con i miei bambini, per rivivere insieme quel momento. Qualcuna mi piacerebbe appenderla anche nelle camere, essere circondati da bei ricordi fa sempre sentire al sicuro. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *